FOTOVOLTAICO, COSA NON VA, COME DESIDERIAMO CHE CAMBI


Il Fotovoltaico… l’energia rinnovabile più amata dagli italiani. Ma le bollette aumentano. Come fare per abbattere le bollette?
Anzitutto personalmente ho parlato con alcune persone, e mi hanno detto che l’energia prodotta dal fotovoltaico viene acquistata dall’ENEL a prezzo di mercato, e le rivende alle famiglie sottoforma di bollette salatissime. Certo, poi ci sono gli incentivi, i soldi che il GSE dà alle famiglie installatrici di pannelli fotovoltaici sul tetto della propria abitazione. Ma mi dicono pure che l’energia che arriva nelle case degli italiani, compresi quelli che hanno pannelli fotovoltaici, ricevono energia prodotta dalle fonti fossili e/o assimilate.
Quindi, siccome c’è speculazione da una parte e dall’altra, una proposta che desideriamo avanzare è quella di abolire i contratti con ENEL per i nuovi installatori, e per quelli già attivi, chi vorrà potrà disdire.
I nuovi installatori non dovranno vendere all’Enel l’energia prodotta dal fotovoltaico. La dovranno consumare in loco. Questo ha un doppio aspetto: uno positivo e uno negativo. L’aspetto negativo consiste nel fatto che i produttori di energia dal proprio impianto non vedranno “il becco di un quattrino” di guadagno, di investimento. D’altra parte, però, c’è il vantaggio che l’ENEL non ti compra l’energia e non te la venderà a carissimo prezzo. E soprattutto così facendo, ognuno si consuma l’energia prodotta, gratis, e se non basta quella prodotta dal fotovoltaico, in bolletta arriverà solo la residua, cioè, l’energia che si consuma dopo aver consumato tutta quella prodotta dal proprio impianto. Così le bollette si ridurranno drasticamente, si eliminerà alla fonte il problema delle speculazioni (da una parte, certo, chi ha installato un impianto fotovoltaico non guadagnerà soldi, ma guadagnerà in un notevole risparmio sulla bolletta: solo quella consumata da altre fonti, dopo aver consumato quella del suo impianto; dall’altra parte si elimina la speculazione dell’ENEL, e le bollette, altro che aumentare…).
Cosa ne pensate di questa proposta?

Annunci

2 pensieri riguardo “FOTOVOLTAICO, COSA NON VA, COME DESIDERIAMO CHE CAMBI

Lascia la tua impronta, purché sia "ecologica"

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...