PROGRAMMI ELETTORALI SULL’AMBIENTE DI RC E CENTRISTI


Ed ecco quello che mancava all’appello: le politiche ambientali di Centristi e Rivoluzione Civile di Ingroia, lista alla quale hanno aderito anche i Verdi.
Di ambiente non se ne trova traccia sulla Lista Civica Monti. Di fatto i due Corradi non hanno fatto altro che continuare a contrastare le politiche ambientali, come se incentivarlo e preservarlo fosse contrario allo sviluppo.
UdC non c’entra… L’ambiente con l’UdC non c’entra niente…
Futuro e Libertà di Fini propone “Un’Italia che difenda e valorizzi l’ambiente, il paesaggio, le bellezze naturali, il suo straordinario patrimonio culturale e storico”, ma sul sito internet non c’è ancora traccia del loro programma elettorale.
(FONTE: Ecoblog.it)
Per quanto riguarda Rivoluzione Civile: Nel Manifesto di Antonio Ingroia
si parla di sviluppo economico compatibile con l’ambiente, infatti le priorità sono l’archiviazione della Tav Torino-Lione e del ponte sullo Stretto di Messina e la valorizzazione di agricoltura ed energie rinnovabili.
Il primo passo è il risparmio energetico con l’applicazione immediata della normativa, già prevista dalla legge 10/91 e prescritta dalla direttiva europea 76/93, sulla certificazione energetica degli edifici. Riduzione del 10% del consumo energetico degli edifici pubblici con sanzioni per gli inadempienti. Elaborazione di una normativa per il pagamento a consumo per l’energia elettrica dei condomini.
No alla costruzione di nuove centrali e riduzione dell’impatto ambientale delle vecchie. E, naturalmente, incentivazione delle energie da fonti rinnovabili. L’altro punto cardine della politica ambientale è legato ai trasporti. Il blocco della Tav in Val Susa è uno dei leit motiv della storia del movimento, così come quello del Ponte sullo Stretto di Messina. Accanto alla disincentivazione dell’uso dei mezzi privati motorizzati l’M5S propone lo sviluppo di piste ciclabili protette estese a tutte le aree urbane con parcheggi per le stesse sia nelle case che nei centri cittadini. Il movimento è inoltre favorevole a una forte tassazione per l’ingresso nei centri storici delle auto private e per il potenziamento dei mezzi pubblici a uso collettivo e a uso individuale (car sharing) con motori elettrici alimentati da reti.
(FONTE: Ecoblog.it)
Questi sono i programmi. A voi la scelta. Cosa ne pensate di tali programmi elettorali in conto di ambiente?

Un pensiero riguardo “PROGRAMMI ELETTORALI SULL’AMBIENTE DI RC E CENTRISTI

Lascia la tua impronta, purché sia "ecologica"

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...