FOTOVOLTAICO: PROPOSTE PER LE ELEZIONI 2013


fonti rinnovabili

Il fotovoltaico è un settore anti-crisi. E’ un volano per la crescita e la ripresa economica, italiana ed europea. Per rendercene conto basta guardare i dati GIFI dell’impatto che il fotovoltaico ha avuto in questi anni in Italia: nel 2011 l’Italia ha risparmiato 2,5 miliardi di euro sull’importazione di gas, e 18 milioni di tonnellate di CO2. Sempre nel 2011 la bolletta energetica nazionale è diminuita di 400 milioni di euro. Nel 2012 il solo fotovoltaico ha coperto il 5,63% del fabbisogno elettrico nazionale, e ha rappresentato il 6,43% della produzione netta di elettricità.
Il fotovoltaico è ancora un settore anti-crisi, poiché è in grado di ridurre le spese energetiche nazionali, e di ridurre le spese energetiche delle famiglie italiane e delle industrie.
Perciò, vista l’assenza totale del tema del fotovoltaico in tutti i programmi elettorali, le Associazioni Anie-Gifi (Gruppo Imprese Fotovoltaiche) propongono al prossimo governo i seguenti punti:
certezza e stabilità normativa. Cosa che è più volte vacillata trasversalmente nelle varie precedenti legislature. E dunque, regole certe per la green economy e per le fonti rinnovabili. Solo regole certe e stabili sul lungo periodo potranno attirare i piccoli e grandi progetti di investimento e portare ad una vantaggiosa stabilizzazione dei prezzi;
– che nei programmi dei candidati si dimostri maggiore attenzione alla green economy in generale ed al fotovoltaico in particolare. L’assenza di proposte in questi settori strategici appare incomprensibile dal momento che a livello europeo, ma non solo, la green economy è considerata il volano principale della prossima rivoluzione industriale;
instaurare un nuovo equilibrio di mercato, mercato senza gli incentivi, ma che sia in grado di dare stabilità al settore e continuità agli investimenti in vista della piena competitività del fotovoltaico con le fonti convenzionali.

Io condivido in pieno le proposte delle Associazioni Anie-Gifi. Non possiamo rinunciare al fotovoltaico nel Paese del Sole. Rinunciamo alle spese per i cacciabombardieri e ai sottomarini, semmai…

Lascia la tua impronta, purché sia "ecologica"

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...