LA DIFESA DELL’AMBIENTE NON HA MAI PREZZO: MA QUESTO E’ TROPPO


tuvixeddu

Tuvixeddu, una grande necropoli fenicio-punica nella città di Cagliari, è stata presa d’assalto dall’impresa del costruttore Gualtiero Cualbu, per via di un appalto di costruzione di un intero quartiere, un nuovo quartiere residenziale di Cagliari. Solo che Tuvixeddu è un sito archeologico che appunto è costituito da tombe fenicio-puniche. Si dice che costruire in mezzo alle tombe non porti mai bene. Ma per l’impresa di costruzioni di Cualbu questa regola non è valsa. Almeno sembra.

Dopo numerosi ricorsi e controricorsi al TAR, e uno scontro tra Regione da una parte, e Cualbu e il Comune di Cagliari dall’altra, quando la Regione la guidava Renato Soru, e quando il comune di Cagliari era guidato da Emilio Floris; e tra Cualbu e Regione da una parte, e Comune di Cagliari dall’altra, da quando il comune è passato a Zedda (SEL) e la Regione è passata a Cappellacci (PdL).

Oggi l’ennesimo colpo di scena. La Regione Sardegna accetta il fatto che non si costruisca nulla, ma paga all’impresa di Cualbu un indennizzo di ben 70 milioni di euro, un risarcimento danni per mancati introiti.

Certo, forse saremmo disposti anche a questo pur di vedere salvi dal cemento i nostri luoghi del cuore, ma questo è troppo.

Annunci

3 pensieri riguardo “LA DIFESA DELL’AMBIENTE NON HA MAI PREZZO: MA QUESTO E’ TROPPO

  1. Ringraziate chi ha fato queste leggi e ha introdotti principi derogatori alla costituzione italiana come le compensazioni

    Mi piace

Lascia la tua impronta, purché sia "ecologica"

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...