TRATTORI CONTRO LE TRIVELLE


no progetto eleonora

Da una parte la SARAS, azienda di proprietà dei fratelli Moratti, sì, proprio lui, quello dai denti ingialliti dal fumo delle sue raffinerie, il Patron dell’Inter. Dall’altra, la Provincia di Oristano fino all’ultimo abitante delle zone da trivellare. Trattori contro le trivelle. e migliaia di cartellini monosillaba: “NO“. Questo matrimonio con “Eleonora” non s’ha da fare, né domani, né mai. Infatti il progetto di trivellazioni si chiama “Progetto Eleonora“, di cui vi avevo già parlato in un altro post.

I tecnici SARAS sono stati circondati da mille persone che hanno riempito il centro congressi del resort Horse Country, più altre centinaia che sono rimasti fuori.

Ci ha messo la faccia Giuseppe Citterio, direttore pianificazione e sviluppo Saras. Spiegando perché è importante per l’isola (e per Saras) scoprire se il metano c’è davvero e, dopo la conferma, tirarlo fuori per abbattere i costi energetici. Saras sembra sicura: il metano c’è, manca solo la conferma di una trivella che scenda ai diversi livelli in cui si può trovare, giù fino a 2800 metri di profondità.
Giulio Casula, il geologo della Saras, padre del Progetto Eleonora, chiede sei mesi: due per il cantiere, 40 giorni per perforare e fare la prova di produzione, il resto per smantellare e ripristinare il prato, “che tornerà come prima”. Infine Alenia Meloni, responsabile dello studio di impatto ambientale, illustra il lavoro suo e dei suoi collaboratori accademici, secondo il quale l’impatto è praticamente nullo, i rischi quasi inesistenti. Almeno per quanto riguarda questa fase. “Poi, se il metano c’è davvero, serviranno altri permessi, altre valutazioni d’impatto ambientale”, cerca di tranquillizzare la sala, che rischia continuamente di esplodere.

L’opposizione è radicale: le donne e gli uomini che hanno riempito la sala, come hanno fatto nei mesi scorsi con le piazze, non vogliono mettere a rischio le loro certezze, un lavoro sicuro per un futuro incerto. Oggi ad Arborea ci sono aziende agricole che funzionano. Non vogliono lasciare una certezza e una ipotesi di ulteriore sviluppo agricolo per qualcosa che potrebbe danneggiare l’ambiente e le persone. O quantomeno l’immagine dei loro prodotti. Qualcuno cita gli studi sulla zona di Sarroch, vicino a Cagliari, dove la Saras ha la sua raffineria sarda: ci sarebbe un alto numero di bambini il cui patrimonio genetico è stato danneggiato dall’inquinamento della fabbrica. Non c’entra niente con il metano, ma serve a ribadire: di questi signori non ci fidiamo.

(FONTE: mentiinformatiche.com)

5 pensieri riguardo “TRATTORI CONTRO LE TRIVELLE

  1. Che poi il metano bisognerebbe vedere come contano di estrarlo. Tra parentesi la Sardegna non ha quasi accesso alla distribuzione del gas: si è iniziato a far qualcosa solo nel 2009. Fa ridere l’idea di rompere le scatole ai sardi per cavare una risorsa che in linea di massima non potranno acquistare. Anzi, non fa ridere.

    "Mi piace"

  2. Non so di dove tu sia, Francesca. Noi ci stiamo opponendo a un modello di sviluppo che distrugge l’ambiente, inquina, fa ammalare, e non dà benefici ai sardi. Sai che noi abbiamo la terza raffineria più grande d’Europa, appunto la SARAS di Sarroch, e la benzina la paghiamo più cara? Perché?
    E allora dov’è l’ignoranza? Fammi capire.

    "Mi piace"

  3. che potremmo approfittare di questo, per obbligare la saras, a farci sto benedetto gasdotto, senza importarla dall’Algeria, e secondo, sono stufa di pagare 60 euro per una bombola

    "Mi piace"

  4. perché tu credi che la raffineria di Sarroch ci stia portando benefici? per niente. guarda quanto costa l’energia e la benzina… e allora che dobbiamo fare? farci bucherellare, o accettare la costruzione di un rigassificatore? o accettare il GALSI dall’Algeria? è una scelta difficile.

    "Mi piace"

Lascia la tua impronta, purché sia "ecologica"

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...