UN OCEANO DI PLASTICA


oceano plastica

Gli oceani sono sempre più una discarica a cielo aperto. La rivista Plos One ha quantificato in 269mila tonnellate e in 5mila miliardi di particole la quantità dei rifiuti negli oceani del nostro pianeta. E addirittura, secondo alcuni ricercatori questa quantità potrebbe essere quella minima. Bottiglie, sacchetti, polistirolo e altri imballaggi, ma anche particole di natura industriale vengono sversati in mare o trascinati dalle correnti.

E purtroppo quello che è presente negli oceani è presente anche in tutti gli altri mari, compreso il Mediterraneo. Pensate che la quantità di residui plastici presenti negli oceani rappresenta soltanto un millesimo della plastica prodotta in tutto il 2012: 288 milioni di tonnellate. E le conseguenze dei rifiuti plastici negli oceani possono essere nefaste, soprattutto per l’ecosistema sottomarino, a causa della degradazione a opera dei raggi ultravioletti, della biodegradazione, dell’ingestione da parte degli organismi marini e degli accumuli sulle coste.

La contaminazione “abbraccia” tutta la catena alimentare e dallo zooplancton può arrivare fino all’uomo. I pezzi di plastica vengono inoltre ingeriti da numerose specie marine, dalle tartarughe ai pesci, dagli uccelli ai mammiferi, e provocano lesioni interne, avvelenamenti e soffocamenti.

Fonte: ecoblog.it

Certo che noi “umani” siamo impressionanti. Riesco ancora a stupirmi di quanto siamo cattivi e di quanto possiamo essere pericolosi per la nostra madre natura che ci ospita. E’ proprio vero che siamo noi gli esseri viventi più pericolosi.

Annunci

Lascia la tua impronta, purché sia "ecologica"

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...