ACQUA: PERICOLO PRIVATIZZAZIONE


acqua pubblica

In Italia i referendum rappresentano la volontà popolare su molti temi, e vengono sempre rispettati. EEEEEEEE!!!… Fino a una prossima legge che lo metta in discussione. E’ il caso dell’acqua.

Nel 2011, ben 27 milioni di italiani si sono espressi su quattro referendum che hanno sfondato il quorum, rimasto irraggiungibile per molti anni. Due di questi erano sull’acqua. E hanno deciso che l’acqua deve rimanere pubblica, cioè che nessuno si arroghi il diritto di dire “l’acqua è cosa mia, e dunque di trarne profitto, magari facendo schizzare le bollette e fornendo acqua meno pura e senza controlli sulla sua qualità. Ma si sa, “di che ti stupisci, siamo in Italia“. Questa è una risposta che anch’io do a chi si stupisce di tutto questo marcio. Come se fosse un alibi essere in Italia. Come se in Italia è normale che le cose funzionino in questo modo.

E menomale che gli anticorpi ce li abbiamo pure noi, che ci difendono da questo “virus”: comitati, associazioni, gente comune che si ribella al modo di essere e di pensare dell’Italiano Medio. Uno di questi si chiama Marco Bersani, portavoce del Forum Italiano dei Movimenti per l’Acqua. In questo articolo troverete una sua intervista nella quale esprime tutta la sua perplessità per le ultime leggi che tentano di aggirare l’esito referendario.

L’acqua è e deve rimanere pubblica. Così come tutto ciò che riguarda la natura, affinché nessuno si senta padrone, e perciò libero di farne ciò che gli pare e gli piace, anche di distruggerla; ma affinché ciascuno si senta amministratore responsabile di qualcosa che deve restituire e rendere conto di come lo ha utilizzato. E deve renderne conto di fronte a Dio e ai propri figli.

Annunci

3 pensieri riguardo “ACQUA: PERICOLO PRIVATIZZAZIONE

  1. Quindi non è stato rettificato, per questo fanno il bello e il cattivo tempo, eh? A questo punto si deve richiedere un parere della Corte Costituzionale su alcuni punti delle Legge Stabilità

    Mi piace

Lascia la tua impronta, purché sia "ecologica"

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...