CINA: LO ZOO-ACQUARIO CHE FA INFURIARE GLI ANIMALISTI


orso

Si chiama Grandview Acquarium (l’Acquario Grande Vista) lo zoo che in Cina sta facendo infuriare gli animalisti di tutto il mondo. All’interno dell’acquario non ci sono pesci, ma animali chiusi dentro piccoli acquari senza vedere mai la luce del sole. Gli animalisti lo hanno ribattezzato lo zoo più triste del mondo. Si chiama Grandview Acquarium, ma l’unica vista di cui possono godere gli animali imprigionati è quella dei visitatori che li fotografano in continuazione.

L’esemplare che più attrae i turisti è un orso imprigionato nell’acquario che piange, si lamenta, si nasconde agli occhi dei “curiosi”. Se ne sta lì con il muso piegato da una parte, l’espressione rassegnata. A volte, sempre più raramente, si avventa contro le pareti e urla la sua disperazione. È un orso polare chiuso in una gabbia di vetro dentro un centro commerciale in Cina, nella regione di Guangzhou. In alcuni video si vede che quando i cellulari si avvicinano ai vetri, lui si ritrae, nasconde il muso. Va nell’angolo della sua gabbia di vetro e mostra loro le spalle.

Per aiutarlo Animal Asia ha lanciato una petizione che ha raccolto 130 mila firme. L’Associazione ha fatto reperire queste firme al Grandview, che ha fatto sapere loro che si impegneranno a migliorare il benessere degli animali. Ma non sanno (o forse sì…) che gli animali in questo modo, al chiuso, e fuori dal loro mondo, non possono sopravvivere.

Questo zoo-prigione ha aperto i battenti all’inizio dell’anno: “un successo essere riusciti a intervenire a distanza di così pochi mesi“. Intanto l’orso più triste del mondo rimane accasciato su un pavimento di plastica, con una vasca di acqua e cloro aspettando forse solo di morire.

Fonte: La Stampa

E intanto nessuno si prende la briga di chiudere questo zoo-lager. Come se fosse un’opera strategica per il Paese