BLOGUMENTARY: TORO


toro.png

Il Toro è un grosso mammifero, appartenente alla categoria dei bovini. Toro non si nasce, si diventa, all’età di quattro anni: infatti il mammifero nasce con l’appellativo di “vitello“.

Simbolo di forza e di virilità, il suo “scopo” principale resta quello di fecondare la mucca, anche se viene utilizzato soprattutto come animale da traino, per via della sua stazza. Pensate che il toro può arrivare a pesare anche fino a 500-600 kg.

Purtroppo in Spagna, anche se grazie a Dio sempre meno, viene allevato per poter “partecipare“, come vittima sacrificale all’altare della gloria del Torero, alla Corrida, uno “sport” molto cruento, sempre meno diffuso nella nazione iberica.

Si dice che nei giorni precedenti alla mattanza il Toro venga tenuto al buio, spesso sotto l’effetto di sostanze stupefacenti; viene inoltre colpito con aghi alle carni, fino a quando non viene barbaramente ucciso come sappiamo, infilzato dalla spada del Torero.

Fonte: hobby.it

Ma qualche Torero è rimasto infilzato dalle corna del Toro. Vi lascio con questa splendida canzone di Caparezza:

SPAGNA INCORNA LA CORRIDA?


corrida

La Corrida è, nel bene e nel male, il simbolo della Spagna. Una tradizione plurisecolare amata e odiata. Anzi, ora molto più odiata che amata. La Spagna sembra aver inflitto un’incornata quasi fatale alla manifestazione. La Corrida è la lotta tra un toro e un pagliaccio variopinto che deve riuscire a “matare”, ad ammazzare il toro infilzandogli una spada, il tutto davanti a migliaia di “spettatori”.

In questi anni le lotte contro la Corrida si sono moltiplicate, e i sindaci eletti tra le file degli “indignados” si sono indignati, e tantissime città della Spagna, tra le quali Valencia e Saragozza, hanno tagliato i finanziamenti a qualsiasi manifestazione sulla pelle dei tori. A Barcellona è stata abolita già 4 anni fa.

Il percorso per abolire completamente la Corrida e lo “spettacolo” della violenza è molto lungo, ma mai come in questi anni si è vista una volontà così grande di abolire e di boicottare queste manifestazioni.

Fonte: magazine.it

L’unica Corrida che amo vedere è quella trasmissione televisiva dei Dilettanti allo Sbaraglio.