PARTITO IL CONCORSO “CASE CHE SEMBRANO FACCE”!


Il design, si sa, è molto importante nella moderna società del bello. Uno acquista qualcosa non tanto perché è utile, ma perché è bello. Anche l’edilizia si sta adattando al bello, al curioso, al simpatico. Perciò in Australia, in una piccola località in provincia di Sydney, hanno indetto il primo concorso “Similar Faces Houses”, che tradotto significa “Case che sembrano facce”.

La casa ritenuta più bella, più divertente, più buffa, verrà premiata con 100.000 dollari australiani, che equivalgono circa a 70.000 euro. Il verdetto verrà decretato da una giuria composta da 5 geometri, 4 architetti e 1 ingegnere edile, che, in base a determinati parametri, valuterà e deciderà quale sarà il vincitore. I giudici avranno tempo fino venerdì 21 aprile, tre settimane di tempo, dopodiché sabato 22 decreteranno il vincitore, il quale verrà premiato sabato 29.

Attenzione però perché i giudici non guardano solo all’estetica, ma all’efficienza della casa, in conto di risparmio energetico, di riduzione dei rifuti, di riciclo, di efficienza energetica, se utilizza o meno il fotovoltaico, se si cura il verde… quindi si guarda anche all’utile. Si unisce l’utile al dilettevole.

Siete curiosi di sapere come sono ste facce? E allora guardiamocele, le case in concorso:

Risultati immagini per facciate di case che sembrano facce

Risultati immagini per facciate di case che sembrano facce

Risultati immagini per facciate di case che sembrano facce

Risultati immagini per facciate di case che sembrano facce

Risultati immagini per facciate di case che sembrano facce

Risultati immagini per facciate di case che sembrano facce

Risultati immagini per facciate di case che sembrano facce

Risultati immagini per facciate di case che sembrano facce

Risultati immagini per facciate di case che sembrano facce

Risultati immagini per facciate di case che sembrano facce

Immagine correlata

Risultati immagini per facciate di case che sembrano facce

Risultati immagini per facciate di case che sembrano facce

Risultati immagini per facciate di case che sembrano facce

Risultati immagini per facciate di case che sembrano facce

Risultati immagini per facciate di case che sembrano facce

Risultati immagini per facciate di case che sembrano facce

Risultati immagini per facciate di case che sembrano facce

Risultati immagini per facciate di case che sembrano facce

Risultati immagini per facciate di case che sembrano facce

Annunci

IL RICICLO CREATIVO DIVENTA UN GIOCO


riciclo-creativo-1

A Bordighera, in provincia di Imperia, un gruppo di bambini di quarta elementare, assieme alle loro maestre, ha realizzato un gigantesco Babbo Natale realizzato con i tappi delle bottiglie. Utilizzando la tecnica del collage, oltre al Babbo Natale, hanno costruito pure un presepe. Così i piccoli della scuola elementare G. Rodari hanno imparato che oltre per rispettare l’ambiente, il riciclo creativo può servire a far sviluppare in loro la fantasia e soprattutto può diventare un gioco divertente.

riciclo-creativo-2

Inoltre, cosa molto importante, queste opere le vendono per raccogliere fondi in favore dei disabili: infatti il ricavato lo vogliono utilizzare per acquistare sussidi sanitari per le persone diversamente abili. Da qualche anno i bambini di questa scuola hanno raccolto tantissimi tappi di plastica, ed ecco a che cosa servivano tutti questi tappi.

Chi rispetta l’ambiente dimostra di essere sensibile, oltre che all’ambiente, anche verso le persone che soffrono. Educando i bambini a difendere e rispettare la natura e le altre persone, si crea una società più giusta, più buona, più umana, più pulita. E allora diffondiamo questa cultura. Viva il rispetto dell’ambiente, viva il riciclo creativo.

SION, LA PRIMA AUTO SOLARE PER TUTTI


sion-solar-car

Si chiama Sion, la prima auto solarepopolare“, cioè ad un prezzo accessibile a tutti. Promette di stravolgere l’intero mercato automobilistico, e sarà in commercio verso Gennaio 2018. Offre dai 120 ai 250 km di autonomia, e costerà a partire da 12.000 €. C’è da dire, però, che nel prezzo non è inclusa la batteria per ricaricare i pannelli solari, per la quale è previsto un canone mensile.

E’ nata in Germania, progettata dalla start-up Sono Motors, grazie all’idea di tre giovani neolaureati che per ben 4 anni hanno lavorato “al buio” di un garage a Monaco di Baviera, riuscendo a creare un prototipo. All’inizio del 2018 verranno immesse sul mercato due versioni: la Urban, dotata di batteria che offre autonomia per 120 km al prezzo di 12mila euro; e la Extender, modello dotato di celle solari da 30 kw/h e con autonomia di 250 km al costo di 16.000 €.

Entrambi i modelli saranno dotati di 7,5 mq di pannelli fotovoltaici che, durante la giornata, potrebbero far recuperare una carica sufficiente a percorrere ulteriori 30 km. Inoltre ci sarà un accumulatore che, attaccato a una spina, fornirà 2.000 watt di energia. Infine c’è una curiosità: per purificare l’aria i tre ragazzi hanno pensato di piantare dei licheni sul cruscotto, che il guidatore dovrà curare.

Fonte: tiscali ambiente

Complimenti a questi piccoli grandi geni che meritano il premio nobel. Io la voglio! E voi?

L’ARTE DI ACCATASTARE LA LEGNA


Quando accatastare la legna diventa un’arte. Ecco alcune spettacolari immagini da ammirare. Immagini prese dal sito greenme.it

La figura di un uomo piegato

legna 1
Un Gufo (e c’è anche la Luna) – spettacolare

gufi 2
Altri Due Gufi

gufi
Una… Lisca Di Pesce (?)

legna 2
Un Forno… A Legna

forno a legna

Vere opere d’arte realizzate con la legna da ardere. Vi piace?