LA FABBRICA DEI VELENI


L’Ilva di Taranto, secondo il GIP deve spegnere i forni e bonificare Taranto. La città è spaccata in due, tra chi difende il lavoro di ventimila operai, e chi difende la salute e l’ambiente, e vuole che l’Ilva smetta di inquinare ed ammazzare. Non si sa quali siano gli eroi, se gli eroi sono al governo e chi difende il lavoro, o chi difende la salute e l’ambiente e vuole ammazzare il serial killer di Taranto.
Io sarei per la chiusura e la bonifica del territorio e della città, e di spostare gli operai dall’Ilva a centri di riciclaggio di carta e cartone, vetro, plastica e barattolame, magari al posto dello stesso mostro assassino, che serva tutta la Puglia, e anche la Basilicata, se il lavoro è troppo poco. E anche nel settore del fotovoltaico (anche a terra) e dell’eolico. Ma quanti posti potrebbe ricoprire questo? Basterebbe per coprire tutti e ventimila posti vacanti?
L’Ilva è comunque una fabbrica dei veleni, che per anni e anni ha distrutto la città e sterminato i suoi abitanti. Non poteva rimanere così.
Voi cosa ne pensate della vicenda?

Annunci

Un pensiero riguardo “LA FABBRICA DEI VELENI

  1. SONO D’ACCORDO CON TE, MA LA SITUAZIONE E’ A UN PUNTO QUASI IRREVERSIBILE NON SI PUO’ SPEGNERE TOUT COURT L’IMPIANTO: DEVONO LAVORARE PER METTERE IN SICUREZZA IN QUESTE CONDIZIONI. PIUTTOSTO NEL FARTTEMPO FARE FUORI TUTTI I CONNIVENTI CHE CI HANNO PORTATI IN QUESTE CONDIZIONI: ANCHE VENDOLA SONO SETTE ANNI CHE AVEVA IL POTERE PER CONDIZIONARE I RIVA!

    Mi piace

Lascia la tua impronta, purché sia "ecologica"

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...